estrad’ eau

in repertorio

Spettacolo di Susanna Beltrami

con

Matteo Bittante

Alice Carrino, Giulia Murgianu, Lara Viscuso, Jemma Beatty

Fabrizio Calanna, Cristian Cucco, Claudio Santarelli

Jessica D’ Angelo, Mario Giallanza, Samira Cogliandro, Viola D’errico.

set design Giorgio Martino

luci di Mario Loprevite

costumi di Matteo Bittante

consulenza drammaturgica Carlo Martegani

creazione video di Fabio Ilacqua

produzione video ONEPRODUCTION di Annamaria Onetti

produzione ContART/DanceHaus

Dopo “Kore e Psiche” e “Le vent noir”, la Coreografa Susanna Beltrami firma l’ultimo capitolo di un’affascinante  trilogia, ispirandosi ancora una volta all’opera del grande filosofo francese Gaston Bachelard. Motivo poetico generatore di questa nuova creazione è forse il più dinamico e il più controverso per natura dei quattro elementi: l’acqua, qui declinato in tutte le sue desinenze. Acqua che scorre e che trasforma, acqua che è espansione e insieme profondità, fonte di energie segrete e di purezza. Acqua che simile all’anima irrequieta degli uomini aspira,come scrive lo stesso Bachelard, “a superare il limite, a risalire la corrente, a ritrovare il grande lago delle acque chete in cui il tempo si riposa, (…) il luogo in cui un’infanzia immobile continua a soggiornare”.

Illuminante la scelta del concept spaziale che qui si sviluppa su di una vera passerella. Non quella glitterata di una sfilata di moda ma la disadorna di una strada che articolerà in tre tempi tutte le vicende di questo spettacolo. Nel primo tempo la strada è metafora del cammino che ogni uomo, spogliandosi delle sue vesti zavorrate, intraprende verso l’acqua, fonte e balsamo di vita . Nel secondo è l’abisso onirico dei ricordi, lo strato profondo e torbido delle cose, a costringere colui che si è messo in viaggio a bagnarsi, immergersi, tuffarsi, alla ricerca dei propri intimi relitti. L’ultimo tempo è quello della riemersione. La strada diventa il lungo corridoio di una Casa “umida” in cui in ogni stanza riaffiorano dissepolte, le carcasse imbrigliate dall’acqua e i loro rauchi suoni, domestiche vibrazioni umane che riprendono vita. “Soltanto solo, sperduto, muto, a piedi riesco a riconoscere le cose”, scriveva Pierpaolo Pasolini nei suoi diari di viaggio al profumo e ai colori delle notti in Oriente. Era proprio durante le sue passeggiate solitarie che il poeta scopriva le immagini, i suoni, gli odori più suggestivi.

Come è cifra stilistica del grande filosofo Gaston Bachelard che ha la straordinaria capacità di interrogare intimamente i più grandi pensatori e i poeti suoi contemporanei, così la drammaturgia che sosterrà questo spettacolo, un originale mosaico di citazioni, scaturisce da un pensiero ancestrale ed evoluto dell’uomo nei riguardi dell’elemento acqua. La concretezza e la carnalità delle citazioni che scorrono vive sulla scena convivranno con l’impianto onirico e inconscio di un vero e proprio film che il regista Fabio Ilacqua ha realizzato con i 14 danzatori della Compagnia.


in repertorio

Amorgos – Soul_Body Journey

Audizioni Accademia Susanna Beltrami

DANCEHAUSpiù presenta DANCEHAUS Showcase#2

Workshop

DANCING ISLAND

Se vuoi ricevere informazioni sui nostri appuntamenti inscriviti alla newsletter inserendo la tua e-mail qui:
Letta la Privacy Policy dichiaro di voler procedere con l’iscrizione al Servizio gratuito di Newsletter.

Susanna Beltrami è un punto di riferimento internazionale per la danza e le arti applicate fondato e diretto da Susanna Beltrami.Non è solo una scuola di danza ma una vera “casa della danza” in cui convivono compagnie di rilievo nel panorama coreografico internazionale. Fiori all’occhiello l’importante Accademia Susanna Beltrami, triennio di alta formazione per danzatori contemporanei ed il Dance Theater Class corso di perfezionamento della Compagnia Susanna Beltrami. Affermata realtà di produzione per spettacoli ed eventi.

DanceHaus ospita al suo interno una strumentazione professionale per il training e la cura e la salute del corpo, il centro Gyrotonic Milano for DanceHaus.

Sei uno studente?

Accedi con la user e password fornite dalla direzione di DanceHaus.

© Copyright 2012 DanceHaus

Web Design Marco Milanese - Privacy